Abbiamo sempre filosofeggiato e scherzato sulla differenza tra la teoria e la pratica, partendo dalla scuola fino ad approdare al mondo del lavoro.
Nel web possiamo sicuramente osservare un fenomeno particolare dove la teoria e la pratica nelle Aziende hanno avuto una evoluzione repentina e il marketing ormai sovrano incontrastato del commerciale che detta i tempi di vendita.
La trasformazione e l’avvicendamento è dato da un insieme di fattori complessi che necessariamente concorrono a modificare, in modo positivo, il contesto economico aziendale.

Bei tempi quando il commerciale era fuori, sul famoso “mercato”, conosceva i meandri più reconditi e chiedeva all’azienda prodotti e servizi da proporre ai Clienti; oggi sostenere il commerciale, almeno in chiave sviluppo, è troppo oneroso e per un fattore dirimente, argomento già trattato nei nostri precedenti articoli, ovvero la velocità dell’informazione dove è il Cliente a richiedere online il prossimo prodotto e servizio e il marketing ad assumere un ruolo guida.

Nelle Aziende il marketing sembra esistere in ogni situazione e contesto dove deve rappresentare l’arma in più per vincere la sfida competitiva nel proprio settore o per guidare la società nella diversificazione del business per cogliere altre opportunità.
Il marketing deve essere flessibile per plasmarsi e modificarsi secondo il contesto, il periodo storico, oltre che al settore a cui si riferisce.
In questa era dei Social Media, nell’area del Marketing chi la fa da padrone, come è logico che sia, è il settore digital dove l’innovazione è alla base di ogni progetto.

Siamo quindi arrivati a parlare non solo di comunicazione integrata ma di “marketing integrato” dove il digital deve essere abbinato in modo sapiente al marketing tradizionale.
Non bisogna infatti tralasciare il processo di analisi, pianificazione, realizzazione e controllo delle decisioni riguardanti il prodotto, il prezzo, la promozione e la comunicazione integrata, offline ed online, per conseguire gli obiettivi aziendali.
In sintesi i mass media, televisione, radio e giornali, che hanno contribuito nella realizzazione delle società di massa, devono sposarsi con il settore digital del Marketing.