Il  valore del mercato italiano della pubblicità online è di  vale 1,9 miliardi (+12%) nel 2014, in questo segmento è molto presente il mobile e il video.

Cresce il mercato europeo della pubblicità online, che nel 2014 ha registrato un giro d’affari di 30,7 miliardi di euro, in aumento dell’11,6%. In aumento anche il mercato italiano, dove la pubblicità online ha raggiunto un incremento del 12% pari a 1,9 miliardi, consentendo al nostro paese di scalare una posizione nel ranking Ue, piazzandosi al quarto posto nella top ten dei paesi che investono di più alle spalle di UK, Germania e Francia.

Questi i dati salienti dell’AdEx Benchmark, sono stati estrapolati dal rapporto annuale di IAB Europe che fotografa il mercato europeo dell’advertising online.

Mobile e video sono i comparti che crescono di più a livello Ue nel segmento Display e Search.

In Italia, il segmento display ha registrato un incremento del 17,4%, superiore alla media europea del 15,2%.

Siamo davvero soddisfatti della fotografia del mercato italiano che ci restituisce l’AdEx Benchmark. Non solo siamo in linea con i principali paesi europei, e anzi in alcuni casi registriamo una crescita più alta, ma siamo anche riusciti a conquistare una posizione, raggiungendo il 4° posto.” Ha commentato Carlo Noseda, Presidente di IAB Italia. “Questo importante risultato conferma la strategicità della nostra Industry e il valore per la crescita del Sistema Paese. L’Advertising online è una grande opportunità che dobbiamo essere sempre più in grado di cavalcare. La nostra Associazione ha lavorato per stimolare l’interesse delle aziende investitrici verso il mondo della pubblicità online, penso all’ingresso di nuovi soci del segmento investitori. Un risultato che ci conferma che il percorso che stiamo seguendo è la strada da perseguire per contribuire alla crescita del nostro mercato.” Ha concluso Noseda.

Top 10 Paesi Europei per investimenti dell’ online advertising:

  1. UK – 8.9 miliardi
  2. Germania – 5.4 miliardi
  3. Francia – 3.7 miliardi
  4. Italia – 1.9 miliardi
  5. Russia- 1.8 miliardi
  6. Olanda – 1.5 miliardi
  7. Svezia – 1 miliardi
  8. Spagna – 0.9 miliardi
  9. Danimarca – 0.7 miliardi
  10. Norvegia – 0.7 miliardi