Come migliorare la reputation del brand?

Sei consigli alle aziende per migliorare l’uso dei social network nel 2015.

1.  Fatti furbo.Prima di postare un messaggio sui social network controlla bene cosa stai per mettere online. Non commettere lo stesso increscioso errore dell’Aeronautica Usa, finita nell’occhio del ciclone nei mesi scorsi per una foto oscena twittata per sbaglio dal suo account.

2.  Non scegliere di fretta.Per un’azienda soprattutto sono vietate le scelte frettolose su cosa postare su Facebook o Instagram. Conviene sempre contare almeno fino a dieci, meglio ancora fino a cento, prima di mettere online commenti e soprattutto foto che potrebbero mettere in imbarazzo il brand. Non vale la pena battere sul tempo la concorrenza con un post se poi si ottiene un effetto boomerang per la reputazione dell’azienda.

3.  Non usare mai lo stesso post su Facebook e Twitter.È una regola aurea, il cosiddetto‘cross-posting’ non paga le aziende. Eppure sono ancora moltissimi i brand che per sciatteria e pigrizia utilizzano lo stesso post su entrambi i social network. Una pratica sbagliata, di cui gli utenti si accorgono subito e che non porta alcun giovamento all’azienda. Anzi, è un danno d’immagine per il brand.

4.  Non cercare di vendere il prodotto. Postare su Facebook prodotti corredati da un linguaggio troppo commerciale non paga. Una buona strategia di marketing su Facebook al contrario è quella di parlare ai fan e non cercare di vendergli dei prodotti. Chi segue un brand su Facebook e Twitter con ogni probabilità è già un estimatore dei prodotti, quindi per i manager che si occupano del brand conta di più il coinvolgimento e il dialogo con i follower piuttosto che il tentativo di vendere.

5.  Dedica più tempo a capire il tuo pubblico.Ci sono troppi brand manager in giro che considerano i follower come semplici numeri, che conteggiano la quantità di “Like” che hanno senza pensare che si tratta di persone e non solo di potenziali clienti. I “Like” di cui dispone un’azienda sono un patrimonio e una componente importante del business.

6.  Programma i tuoi post con largo anticipo.Una precisa programmazione dei post aziendali sui social media è fondamentale per tutti i brand. A maggior ragione questo motto vale per chi ricopre il ruolo di social media manager, che deve stare sempre attento all’attualità e al flusso delle news che possono toccare l’azienda. Detto questo, attenzione ai post programmati e all’evolversi della situazione: un post può trasformarsi in un boomerang se pubblicato nel momento sbagliato.