31 milioni di persone accedono in questo modo ad Amazon e 21 a eBay: i dati dei principali siti in Italia, Spagna, Francia, Uk e Germania, dove il 17% dei proprietari di smartphone acquista almeno una volta al mese.

Con una penetrazione in Europa del 71% degli smartphone (69% in Italia) il momento del mobile è arrivato. E’ uno dei primi dati forniti da Gian Fulgoni, co-founder and chairman emeritus di Comscore, che in occasione dell’eCommerce forum organizzato da Netcomm ha tratteggiato la situazione dei cinque principali Paesi europei.
Il 24% degli accessi ai siti arriva tramite gli smartphone con una crescita del 73% in Italia anno su anno, 50% in Spagna, 37% Francia, 34% Uk e 32% in Germania.
31 milioni di persone accedono in questo modo ad Amazon e 21 a eBay in questi paesi. Gli smartphone sono utilizzati anche per la comparazione dei prezzi con la diffusione dello showrooming (nel negozio fisico controllo i prezzi online). In questa rilevazione al primo posto c’è trovaprezzi.it che riceve 4,1 milioni di accessi contro i 2,8 diCiao e i 2,6 di Kelkoo.
Nel travel booking.com raggiunge i 5,4 milioni di accessi tramite mobile contro i 5 di TripAdvisor e i 4,1 di Expedia, mentre particolarmente portato per il mobile e il segmento deal-a-day con Groupon in testa con 13,7 milioni seguito da Groupalia con 4,5 milioni di accessi.
Il 17% dei proprietari di smartphone dei cinque Paesi principali acquista almeno una volta al mese. Uk è in testa con il 23% e una crescita del 34%, ma l’Italia incalza con il 21% che fa acquisti e una percentuale di crescita del 70%.
Cosa si compra? Soprattutto vestiti e accessori (38%), seguiti dall’elettronica e libri entrambi con il 26%. Il 54% degli acquirenti sono maschi e la fascia di età più presente è quella fra i 25 e i 34 anni.

Lo scenario USA
Questi i dati europei, ma Fulgoni ha voluto condividere anche qualche spunto che arriva dagli Stati Uniti dove il mobile (e in particolare lo smartphone) è diventato il primo mezzo per il mondo consumer per interagire con i brand online. Il desktop è passato dal 47% al 38%, lo smartphone dal dal 37% al 43% e il tablet dal 15% è passato al 19%.
I dati relativi ai singoli retailer vedono il 29% di accessi ad Amazon arrivare solo da mobile. Un dato che per eBay sale al 37% e al 60% per i siti Apple. Chi accede da mobile lo fa per Amazon ed eBay per il 71% del tempo con la app. Un dato superato dai siti Apple (99%) e da Target dove si arriva al 74%.
In totale il mobile commerce vale 7,3 miliardi di dollari pesando per il 12% dell’ecommerce nel Q1 2014. La crescita è del 23% contro il 12% dell’ecommerce.
Su dieci dollari spesi tramite mobile, sei arivano dai possessori di smartphone (più numerosi dei tablet), ma lo scontrino medio è decisamente maggiore per iPad e simili: 243 dollari contro 193.
La maggiore incidenza degli acquisti tramite mobile si ha nei contenuti digitali (26%) e nei videogame (22%). Giochi, consumer electronic, home&garden, computer e hardware sono invece acquistati soprattutto via desktop.

 

Fonte://www.ict4executive.it/executive/approfondimenti/comscore-in-europa-il-24-degli-accessi-ai-siti-e-da-mobile_43672153103.htm